Quasi un basco: il mio cappellino per Progetto Quasi

Per sei mesi, con Valentina Cosciani, Emma Fassio, Annalisa Dione, Paola Albergamo, Veruska e Maria Modeo, ho lavorato a un progetto di cui sono orgogliosa: Per un pugno di maglie, una racolta i cui interi utili saranno donati a Progetto Quasi, la mia charity animalista preferita!
Immagine di copertina della raccolta Per un pugno di maglie
La copertina della raccolta con il mio basco con Quasi, clicca sulla foto per acqusitare la raccolta.

Per sostenere Progetto Quasi, abbiamo ideato sette modelli di accessorio, che sono diventati la raccolta Per un pugno di maglie, disponibile per l’acquisto su Ravelry a 15 euro per un periodo limitato di tempo. L’intero provento (dedotte quindi le sole spese di Ravelry e le imposte di legge) sarà donato a Progetto Quasi per la realizzazione dei suoi progetti a favore degli animali.

Il mio modello è Quasi un basco, un classico tam con motivi stranded che rappresentano la cana Quasi. Il basco ha una lavorazione top down che ne rende la realizzazione facile e intuitiva, motivi facili e adatti anche ai principianti di questa tecnica, e un trucco nel bordo che gli dona una perfetta vestibilità. Tutti i modelli sono stati realizzati con Amore di Borgo de’ Pazzi, che ha gentilmente messo a disposizione i filati.

Scoprite tutti i modelli di Per un pugno di maglie qui!

Quasi un basco ha una perfetta vestibilità
Quasi un basco ha una perfetta vestibilità

Questa raccolta risponde anche a chi fantasizza di indicibili concorrenze, spietati odi e rapporti sempre tesi tra le designer italiane. Fantasie che, a nostro avviso, oltre che a non rispecchiare la realtà sono anche controproducenti perché creano clique di fan di questa o quell’altra designer che, quasi per principio, si rifiutano di comprare modelli o seguire corsi di chi percepiscono come una malevola concorrente, mentre tra noi i rapporti sono più propriamente di coopetizione.

Chi è Progetto Quasi

La cana Quasi corre tutto attorno al mo basco
Il ritratto di Quasi nel mio basco

Quasi è un cane (anzi, una cana) a spina corta: un cane nano, un po’ gobbetto, strano. Quasi è il cane simbolo dell’associazione Progetto Quasi, oltre che il cane della sua fondatrice. Come per Quasi, il progetto si occupa degli ultimi, dei resti che difficilmente trovano casa. Cani adulti o, più spesso ancora, anziani (come l’infeltritissimo Scovolinho), spesso con qualche problema di salute (dall’ipovedente Bocelli allo stortignaccolo Piermario) o che hanno subito abusi (come per esempio Due facce), per non citare i mitici Pornogattini Neurolesi una vera e propria troupe!). Il tutto, sempre sul filo dell’ironia e senza piagnistei o ricatti morali. A ogni cane o gatto Progetto Quasi cerca una casa vera dove vivere decentemente o, se questo è impossibile, uno stallo per vivere gli ultimi mesi serenamente, oltre a offrire assistenza e supporto veterinario.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.