Immuni è disponibile: scaricatela e installatela (esortativo)

Esatto, questo post non ha nulla a ché fare con la maglia. Ha a ché fare con la nostra salute. Immuni, l’app che ci protegge dalla Covid-19 ora è disponibile per essere installata sugli smartphone (Android e IOS). Usatela, vi farà bene.

A cosa serve Immuni

Si tratta di un’applicazione di tracciamento dei contatti, ovverosia un’app che aiuta la nostra sanità a evitare che Covid-19, che ora si è un po’ sopita, torni a essere aggressiva e a creare la necessità di farci di nuovo rinchiudere tutti in casa. Come molte malattie infettive, Covid-19 si trasmette da persona infetta a persona non infetta. Il problema è che la maggior parte delle malattie si trasmette soprattutto mentre la persona infetta ha sintomi, mentre Covid-19 è molto contagiosa nella fase di incubazione (cioè quando “coviamo” la malattia), anche se non abbiamo sintomi. Per questo, con questa malattia, è importantissimo il tracciamento, cioè che la persona che si scopre malata o infetta possa riferire alla sanità con chi è stato in contatto ravvicinato e prolungato nei 15 giorni precedenti. Ma non è facile: anche solo ricordarsi chi abbiamo visto, e abbiamo visto per un tempo sufficiente, non è facile. Immuni serve a questo, si ricorda per noi.

Come funziona Immuni
Come funziona Immuni
Immuni si scarica gratuitamente dal sito ufficiale dal Play Store di Android, dall’App Store di Apple, e presto anche dall’App Gallery di Huawei.

Come funziona Immuni

Immuni non traccia le persone, traccia i contatti. Questo significa che Immuni non può pedinarvi, non sa dove abitate né dove andate. Non farà scoprire a nessuno che siete andate a rifornirvi di Malabrigo dal vostro negozio preferito né a prendere il caffé con le amiche. Vi chiederà la regione e la provincia, ma lì si ferma (inserite la provincia vera, però!). Immuni genera in ogni telefono una serie di codicini alfanumerici Quando installate Immuni si attiva la funzione Bluetooth che permette al vostro telefono di “parlare” con le reti Bluetooth circostanti e lo fa consumando pochissima energia. Quando uscite, la vostra Immuni si connette automagicamente con l’Immuni delle persone che avete intorno, nel giro di pochi metri. e scambia questo codicino. Se restate vicino alla persona per più di alcuni minuti (il tempo necessario a infettarvi, determinato con l’aiuto dei medici), allora i due telefoni si scambiano il codicino e fine. Tutto lì, lo tengono in cascina, nella loro memoria, per due settimane. Passate due settimane lo scordano. Solo se uno dei due risulta positivo al tampone può ricevere una chiave che sblocca l’applicazione e le fa comunicare i codici dei contatti “rilevanti” a un server. Questo server li comunica a tutti gli utenti in modo segreto (e comunque sono codici del tipo “46gF?z;97B”), ogni applicazione controlla i codici, e se tra questi compare il tuo ti avverte di isolarti e contattare al più presto il tuo medico. Fine.

Cosa non fa Immuni

Messaggio di Immuni
In caso di contatto a rischio, Immuni vi avvertirà così
  • Immuni non è obbligatoria. Scegli tu se vuoi usarla o no. Ma usarla è utile e non è rischioso, per cui perché non usarla?
  • Immuni non conosce la tua posizione. Vale a dire che Immuni non usa la geolocalizzazione del telefono ma solo il Bluetooth. Questo significa che Immuni so sa dove vai, né quando ci vai, né quanto ci resti.
  • Immuni non conosce il tuo nome. Non devi inserire nessun dato nell’applicazione (a parte la provincia di residenza, che è quantomai vago come dato). Immuni non sa il tuo nome, il tuo indirizzo, la tua data di nascita, e nemmeno il tuo numero di telefono.
  • Immuni non ha la sfera di cristallo. Nonostante le affermazioni di Giggino, Immuni non può avvertirti se ti avvicini a una persona malata o che si ammalerà in futuro. Ma può avvertirti se qualcuno con cui sei stata in contatto si è ammalato. E non ti dice nemmeno chi è perché non lo sa! Magari era il tuo vicino in coda alla cassa del super.
  • Immuni non fa la spia. Soprattutto peché non sa nulla. Ma soprattutto, i dati (che poi sono liste di codicini alfanumerici) restano nel tuo telefono sempre, tranne nel caso tu stessa non li debba sbloccare se vieni trovata positiva.
  • Immuni non è difficile da usare. Basta installarla e lasciarla lì a fare il suo lavoro. Non ti accorgi nemmeno che ci sia.
  • Immuni non ti fa telefonate. Non ti manda email, non ti manda SMS, non ti manda messaggi su Facebook. Fidati solo dei messaggi che ti arrivano direttamente dall’applicazione.
Non ti ho convinta? Vuoi saperne di più su immuni? Il sito di Immuni contiene molte più informazioni, vai a leggerlo!

Come faccio a sapere se Immuni è sicuro

Facile, basta leggere il codice. Immuni è un’app open source, ovverosia il codice del programma è pubblico e può essere visionato per capire se ha buchi o falle. Non può essere modificato, questo no. Così nessuno può andare a spippolarci dentro e modificare l’app in modo da renderla pericolosa. Ma chi ne ha le capacità può leggere. Vero, tu magari non sai leggere il codice, manco io. Ma mi capita di avere i classici amici e amici di amici che sì.  E mi dicono “vai tranza, è sicura“. Io mi fido.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.