A proposito di riciclo

Tweed di lana riciclata
Tweed di lana riciclata

Sto giocando (leggasi campionando) alcuni fili di lana riciclata fornitimi da Borgo de’ Pazzi. L’industria del filato da cenci riciclati è tradizionale dell’area toscana e particolarmente di Prato, dove i tessuti e i tricot vengono selezionati, trattati, cardati e quindi trasformati in filato nuovo pronto per essere usato. Si tratta di un materiale molto interessante e che mi sta sinceramente dando delle sorprese: per nulla rustico (frutto quindi di una selezione accurata delle materie seconde), con una mano soffice e originale, quasi spugnosa, e una resa interessante. Ovviamente, non si tratta di un filato in pura lana (men che meno vergine), dato che per quanto sia accurata la selezione è comunque possibile che qualche “pezza” selezionata contenga altre fibre: si tratta quindi di una lana “impura”, ma se la selezione è ben fatta il risultato è una fibra che non contiene più che tracce di fibre altre. E, no, non somiglia alle coperte militari!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...