Né English né Continental

In Ai ferri corti ho spiegato sia la lavorazione English che la lavorazione Continental della maglia. Questa scelta è stata dettata soprattutto dal fatto che sono le due tecniche di lavorazione più comuni a praticate. Ma io non lavoro abitualmente nessuna delle due. La tecnica English non la so proprio lavorare, quando ci provo mi “vanno insieme le dita”, mentre la lavorazione Continental la conosco abbastanza  bene ma non la trovo particolramente comoda. Ordinariamente, quindi, lavoro con una tecnica diversa, la Eastern uncrossed.

Maglie Eastern un crossed (sulla destra) e Continental (sulla sinistra).
Maglie Eastern un crossed (sulla destra) e Continental (sulla sinistra).

La lavorazione Eastern uncrossed si differenzia sia dalla Continental che dalla English perché la maglia viene lavorata inserendo la punta del ferro destro nel filo posteriore della maglia e gettando il filo in verso antiorario e non orario sia al dritto che al rovescio. Questo crea punti con un montaggio diverso sul ferro e diminuzioni con caratteristiche diverse, ma produce una maglia fatta a forma di maglia, senza differenze percettibili sul lavoro. A mio avviso è una tecnica più semplice e inuitiva rispetto alle prime due, anche se può non essere ottimale per tutti. Le differenze nella formazione delle diminuzioni costringono a considerare attentamente le spiegazioni dei modelli e a non eseguire le diminuzioni come indicate ma con un ordine diverso.

Nelle prossime settimane, pubblicherò qui sul blog alcuni articoli e video che illustrano le caratteristiche di questo tipo di lavorazione, invitandovi a provarla assieme a me: non sentitevi in dovere di adottarla come vostro metodo, solo a provarla per capire come funziona.

2 commenti

  1. Ciao Alice.
    Io sto lavorando proprio con questo metodo e lo trovo molto comodo.
    Mi stavo appunto chiedendo come seguire però eventuali spiegazioni…aumenti e diminuzioni, nonché punti traforati.
    Spero di capire e riuscirci.
    Grazie
    Marina

    • Il concetto generale che posso darti è inverti le diminuzioni. Il motivo per cui non insegno questo metodo ai principianti è proprio la difficoltà di gestire i modelli. Però è anche più o meno impossibile dettagliare la questione in un commento di un blog. Se ce la fai, vieni a uno die miei corsi in proposito.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.